Dettaglio bicchiere di ratafia alle ciliegie nere

Liquorificio Rapa Giovanni dal 1880

Nel 1880 Giovanni Rapa si dedica alla produzione del Ratafià 
raccogliendo una tradizione dai contorni leggendari iniziata nel lontano anno Mille. 
Giovanni Rapa fonda l’omonimo Liquorificio in Valle Cervo, ad Andorno Micca,
località dove ancora oggi si trova la nostra sede. 

Giovanni Rapa, appassionato di piante, fiori ed erbe aromatiche, inizia a produrre il Ratafià di ciliegie nere seguendo le antiche ricette.
Del magico liquore si parlava già nel 1600 quando a produrlo erano le suore del Monastero di S. Maria della Sala di Andorno.

Uomo eclettico, fu anche abile scultore ligneo: nella sede attuale si conservano il portale dell’ingresso dell’antico negozio e il bancone ispirato allo stile della Ca’ d’Oro di Venezia.

Lo scrittore Angelo Brofferio nel volume del 1848 “Le tradizioni italiane” racconta la leggenda di un liquore alle ciliegie nere che nell’anno Mille salvò la popolazione di Andorno dalla peste e portò la pace con un matrimonio. A sposarsi furono la figlia dell’inventore di questo liquore e il figlio del suo più acerrimo nemico, l’unione venne suggellata da “et sic res rata fiat” e dal brindisi con il Ratafià.

Dettaglio del Ratafià di Andorno al Ginepro

Metti tutti d'accordo con il Ratafià

Il magico potere del Ratafià è rivelato proprio dal suo nome che deriva dal detto latino
utilizzato per suggellare un accordo, per rattificare: “et sic res rata fiat”
ossia “e così le cose sono stabilite”.

Alessio De Berardinis in “Ricordi sulla maniera di manifatturare vini e liquori” (1868) riferisce che gli ambasciatori delle potenze belligeranti trattavano la pace riuniti a tavola bevendo questo liquore e pronunciando “Pax rata fiat!”

Il liquore veniva di certo usato per concludere gli accordi commerciali, al termine di qualsiasi
genere di trattativa ben riuscita e alla fine della stipula di atti notarili.

Cosa resta di quel potere?
Molto, perché il Ratafià riesce ancora a mettere tutti d’accordo,
piace a tutti, rendendo inutili le distinzioni di genere e di età.

A renderlo così versatile è il suo gusto delicato e avvolgente, 
in cui la dolcezza delle ciliegie si fonde con la nota della mandorla amara.

La Reale casa Savoia

In una lettera datata 14 febbraio 1891, il ministro della Reale Casa Savoia
esprime l’apprezzamento di Sua Maestà per il gradito assaggio dei nostri liquori.

Visita il nostro shop e scopri i nostri prodotti

Logo liquorificio Rapa Giovanni

Devi essere maggiorenne
per poter accedere a questo sito

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Newsletter

Abbonati alla nostra newsletter, resta aggiornato e ricevi sconti e promozioni sui prodotti Liquorificio Rapa.